Ambientazione Kafter – Fuori dal Tempo

Kafter è un’ambientazione di stampo primordiale del gioco di ruolo Fuori dal Tempo.

La storia

Tre lunghe ere si sono succedute su un mondo che ai suoi albori risuonava di una immensa varietà di specie di vita. La prima è detta il Lungo Mattino: è l’età del cammino verso lo sviluppo, verso il pieno splendore di molte civiltà che si incontrarono e scontrarono: e la terra fu popolata.

Le conoscenze scientifiche, giunte alla consapevolezza delle forze immense che sottendono alla natura, permisero un giorno ad una casta di studiosi, i seguaci di Agor, di carpire l’essenza del lento cammino che giunge dalla vita alla morte, del legame terreno che tiene in vita gli esseri viventi. Fu calcolata l’energia necessaria per spezzare tale legame senza disperderne il potere, ci si avvide che essa era superiore alle forze conosciute; gli studi furono abbandonati: ma una via era stata tracciata.

Niente sembrava potere intaccare la crescita del mondo: e la minaccia venne dall’esterno. I seguaci di Agor, che avevano calcolato l’imminente caduta del meteorite, furono fra i pochi che non ne restarono uccisi: molti degli esseri viventi scomparvero, altri furono mutati in forme sconosciute: Kafter si avviò verso l’era più lunga, il Lungo Tramonto.

Non potendo impedire la venuta del meteorite, i seguaci di Agor riuscirono però ad imbrigliarne parte dell’energia, sopravvivendo alla catastrofe ed ampliando il proprio potere personale: divennero Danekar. Iniziarono ad aggirarsi in questa landa stravolta nella sua più intima essenza, portatori di una nuova e terribile forma di potere: la capacità di rianimare i morti sotto il proprio controllo e di utilizzarli per incamerare l’energia dei vivi.

I Danekar (letteralmente: “coloro che usano le vite”) riuscivano infatti ad instaurare un legame con un organismo in decomposizione, cedendo ad esso parte della propria energia; ma ogni volta che questi Risvegliati mietevano vittime, essi accumulavano il Potere del legame di vita reciso.

Il gioco di ruolo

Il Lungo Tramonto, segnato dall’ascesa dei Danekar, è l’era descritta nel documento Kafter, che contiene tutto il necessario per giocare nel continente. La landa di Kafter è abitata da creature ad uno stadio di evoluzione primitivo, del tutto dimentiche dello splendore del Lungo Mattino.

E’ disponibile anche la scheda del personaggio propria dell’ambientazione.

Il gioco di carte

Durante il Lungo Tramonto i Danekar plasmano l’ambiente crescendo in anima e potere, fino ad assorbire ogni forma di vita in Kafter, diventando esseri di puro spirito, i Nekromanti. La Seconda Oscurità segna l’ultimo respiro della vita di Kafter. D’ora in poi c’è solo una Lunga Notte, in cui i Nekromanti si combattono risvegliando le ombre delle passate civiltà. Questa era è giocabile nel gioco di carte Nekromancya.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.