Rastamax

18 luglio 2000

E' carina l'idea.
E' un pò come scrivere un diario e sapere che qualcuno prima o poi lo può leggere, ed è forse proprio per questo che inconsciamente si scrivono i diari. Perchè prima o poi lo si farà leggere a qualcuno.
Bhe...vediamo un pò se mi riesce di essere sincero ed aperto almeno con me stesso, perchè è questo il bello di avere un "board" come questo. Sei solo con te stesso.
Credo di riuscire ad esprimermi meglio e parlare di tutto solo in questi momenti ed in momenti molto privati con una ragazza che amo. Ci provo.

E' un periodo così-così.
La cosa peggiore è che non so il perchè. Voglio dire...non c'è nulla in particolare che va male e nulla che va particolarmente bene okkei, però sentirsi così vuoto e trasportato dal tempo senza uno scopo preciso o senza un interesse particolere e bruttissimo.
Mi sembra di vivere in uno stato di sospensione, in un limbo tra due accadimenti.
In una zona di nulla. Niente interessi. Niente voglia di fare. Persone stupende che si conoscono da pochissimo che t'infiammano e poi più nulla, non provi nessun interesse. E' brutto.
Prometti e pretendi attenzioni e poi ti si spegne tutto. Attenzione sto parlando di amicizie per fortuna...o almeno io le considero tali. Persone davvero uniche con le quali è bello parlare, abbracciarsi, tenersi stretti l'uno nell'altra a coccolarsi facendosi forza e ricordando persone che credevi fantastiche. Bei momenti che però svaniscono subito, si bruciano.
Mi capita spesso di "consumare" così infretta le persone. E non mi piace. Mi sento superficiale, una volta conosciuta una persona mi sembra che non mi possa dare più niente....non mi piace.

Però so che continuerò a conoscere ed aspettare quella dalla quale non mi staccherei mai...insomma non credo di essere sempre e solo io quello sbagliato...

 

19 luglio 2000

E' successa una cosa strana oggi.
Stanno nuovamente riorganizzando l'azienda ed hanno nuovamente cambiato il "capo" che dirigerà il nostro ufficio. Ci hanno accorpato in un ufficio di 22 persone....tutte donne (tranne me chiaro). Non so perkè è successo ma è come se d'improvviso di sono accorto ke il mondo può cambiare.
Non sono ancora uscito dal "nulla" che mi avvolge ma direi ke sono su una buona strada.

Sorrido ed aspetto.
Aspetto che le nuove colleghe mi portino qualcosa a cui "appassionarmi" e sarà di certo così perkè a volte sono come un bambino, mi stupisco all'eccesso delle novità che mi attraggono come quando si scopre qualcosa di nuovo.

Mi impegno. Anche se per ora me lo devo imporre.
Mi conosco (male) e so che ne uscirò più forte e voglioso di vivere di prima (kazzo lo dico tutte le volte!!).
.....e come si dice a Trieste...
SPERIAMM' BBUON!

Rispect!

 

20 luglio 2000

Ma è possibile che ci sinnamori sempre e solo delle persone "sbagliate"?. Credo che sia nella natura dell'uomo ma questa volta non è successo a me.

E' una splendida persona conosciuta in un modo paticolare, più grande di me e con una vita già "pronta". Figlio, ex conviventi, ex mariti, una casa da portare avanti insomma cerco una persona con cui costruire una vita e qui troverei già tutto fatto.
Pigro come sono magari mi andrebbe anche bene, ma il bello di amare una persone è costruire la propria vita nei minimi particolari condividendone i successi e confortandosi nelle lacrime. Scegliere la casa, i mobili e sopramobili, i libri, le candele, le lampade, i centro tavola....

Non so cosa provo di preciso ma so che non sono innamorato di lei. E' nato tutto come una splendida amicizia ed volte ho sentito un'attrazione fisica, ho avuto diversi momenti in cui mi sono dovuto "trattenere".
Non è giusto.
Ora ci siamo detti <non sentiamoci per un pò>. Lei ci sta male.
Non è giusto. Per lei, per suo figlio e per la persona che è ancora innamorata di lei.
Non è giusto. Non voglio che soffra per me, perchè si è fatta un'idea di me come di una splendida persona che in realtà non credo che esista.
Non è giusto. Spero di non aver fatto nulla per arrivare a questo. Forse incomprensioni. Forse.
La cosa peggiore è che in questo mio senso di colpa esiste un briciolo di me che si sente "bene" perchè felice di sapere che esiste qualcuno che si innamora di me.
Non è giusto.

L'unica cosa che importa è che lei non soffra. Io non lo sto facendo. Ci sono troppe persone che contano su di lei per potersi far "distrarre" da me.

Non è giusto quando dice: <bisognerebbe innamorarsi solo delle persone che s'innamorano di noi?>.
Forse no. O forse si.

 

24 luglio 2000

Sono un pò irritato.
Insomma che diritto ha di venirmi a dire ke si è innamorata perkè sono andato "oltre" ad una normale amicizia? Io?
Il mio unico errore è stato forse quello di essere tutto me stesso da subito, pensando ke i nostri sentimenti e rapporti fossero kiari.


Creative Commons