Akelarre

Akelarre è un gioco da tavolo per 2-5 persone, durata  60 minuti, attualmente nella fase di prototipo.

Nel medioevo basco la cristianizzazione forzata ha quasi annientato l’antico culto della dea Mari. I giocatori interpretano il ruolo delle Sorginak (sacerdotesse/streghe del culto), che tramite un sistema di messaggi si incontrano in Akelarre (sabba) segreti e acquisiscono Risorse e Poteri, completando Obiettivi fino ad ottenere la supremazia dopo l’ultimo solstizio d’estate.

akelarre_plancia_centrale
Il Tabellone

Scopo del gioco

Vince il giocatore che riesce a completare più Obiettivi nei 13 turni di gioco.

Materiali

  • Tabellone e 5 plance (una per giocatore)
  • 60 carte (20 Messaggio, 26 Obiettivo, 14 Potere)
  • 60 segnalini Risorsa (15 per ogni Elemento)
  • Segnalino Primo Giocatore (ranocchio)
  • Segnalino Turno di gioco (luna)

Preparazione del gioco

Mischia i mazzetti delle carte Obiettivi e Poteri e ponili coperti sul tabellone, poi aggiungi il giusto numero di risorse (vedi tabella), divise per tipo, nei 4 luoghi.

Ogni giocatore sceglie il suo personaggio Sorginak e prende la relativa plancia e le carte Messaggio associate.

Gli Obiettivi raffigurano una combinazione di risorse necessarie al suo completamento. Un Obiettivo pubblico viene pescato e posto scoperto sul tabellone, a disposizione di tutti. Poi ciascun giocatore pesca un Obiettivo privato, lo guarda e lo pone coperto sulla propria plancia.

Si tira a sorte chi riceve il Primo Giocatore, poi il segnalino Turno di gioco viene posto nella posizione 1.

Relazione tra Elementi, Risorse e Luoghi

Elemento/Risorsa Luogo (e regione basca)
Acqua Spiaggia di Hendaia (Lapurdi)
Aria Monte Aini (Gipuzkoa)
Fuoco Grotta di Zugarramurdi (Nafarroa)
Terra Monte Anboto (Bizkaia)

Quantità di Risorse in gioco

Giocatori Risorse per tipo
3 10
4 13
5 15

Svolgimento del gioco

Il gioco si svolge in turni, ognuno dei quali rappresenta un Akelarre nel solstizio d’estate, e si snoda attraverso l’invio di Messaggi, la Rivelazione delle destinazioni e i Riti energetici.

Ogni turno è composto dalle seguenti fasi:

  1. Messaggi
    Ogni Sorginak sceglie il luogo in cui recarsi ad effettuare il Rito e lo rivela a un avversario.
    Il Primo Giocatore decide il suo luogo di Destinazione e consegna la relativa carta Messaggio coperta ad un avversario a sua scelta. Egli guarda la carta, la pone coperta nella zona del tabellone Destinazioni, poi decide a sua volta il luogo in cui recarsi e consegna il relativo Messaggio ad un terzo giocatore, e così via. L’ultimo giocatore pone direttamente la sua scelta nella zona Destinazioni.
    Un giocatore per turno, invece di scegliere uno dei 4 luoghi di Destinazione può dichiarare pubblicamente di recarsi al Pozzo, ponendo tutte le sue carte Messaggio scoperte sulla propria plancia; se non è l’ultimo a decidere, nomina il prossimo giocatore.
     
  2. Rivelazione delle Destinazioni
    Le carte giocate vengono scoperte contemporaneamente, rivelando la Destinazione di ogni giocatore.
    Chi si trova in un Luogo da solo può attivare il suo Potere Sabba Unico per questo turno.
     
  3. Pozzo
    I luoghi non popolati si depotenziano in favore del Pozzo.
    Se nessuno ha scelto il Pozzo, preleva 1 Risorsa (se presente) da ogni luogo non scelto da alcun giocatore: tutte queste Risorse vengono trasferite nel Pozzo.
  4. Riti energetici
    Il Sabba in compagnia riesce meglio, ma concentrarsi in un solo luogo depotenzia l’intera regione.
    In questa fase ogni giocatore effettua un Rito, ricevendo Risorse del tipo prodotto dal luogo scelto. La quantità di Risorse acquisite dipende dal totale di giocatori nello stesso luogo:

    Giocatori
    per luogo
    Risorse
    (partita in 2 e 3)
    Risorse
    (partita in 4 e 5)
    1 1 risorsa + Potere Sabba Unico
    2 4 ciascuno 3  ciascuno
    3 3 ciascuno 4 ciascuno
    4 3 ciascuno
    5 2 ciascuno

    Il Primo Giocatore effettua il suo Rito, poi gli altri seguono in senso orario.
    Le Risorse sono prelevate fino a esaurimento.
    Il giocatore che si è recato al Pozzo ne preleva tutte le Risorse contenute.

    Durante il suo Rito, se il giocatore raggiunge le quantità richieste dal suo Obiettivo privato o dall’Obiettivo pubblico, può completarlo immediatamente seguendo questi passi:

    • sacrifica le risorse richieste, che tornano subito nel tabellone (a disposizione degli altri);
    • pone l’Obiettivo scoperto nella sotto la sua plancia;
    • pesca come premio (se disponibile) una carta Potere, che terrà coperta;
    • pesca un nuovo Obiettivo e lo posiziona al posto del precedente.
  5. Fine turno
    Tutte le carte Messaggio vengono riconsegnate ai proprietari. Il Turno di Gioco avanza di una posizione e il Primo Giocatore passa al prossimo giocatore in senso orario.

Al termine dell’ultimo turno (o quando finisce il mazzo degli Obiettivi), vince il giocatore che ha realizzato il maggior numero di Obiettivi; in caso di parità, vince chi ha più Risorse residue, altrimenti chi ha più carte Potere residue.

 

Le carte Potere

Le carte Potere permettono di usufruire temporaneamente di un potere speciale. Sono giocabili nella Fase indicata sulla carta: l’effetto è istantaneo e la carta viene posta tra i Poteri scartati. Quando le carte Potere si esauriscono, mischia le carte scartate e forma un nuovo mazzo.
N.B. Il Pozzo non può essere influenzato dal Potere di Migrazione.

Regole per 2 giocatori

Si può giocare in 2 aggiungendo un terzo giocatore virtuale, che gioca sempre per primo, inviando una destinazione casuale alla prima Sorginak (nei turni dispari) o alla seconda (nei turni pari). Il giocatore virtuale non sceglie mai il Pozzo, non utilizza il suo Potere Sabba Unico e gioca con Obiettivo privato scoperto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.