Artisti, gruppi, album e brani assenti da Spotify

spotify

Spotify è il servizio di streaming musicale on demand che consente l’accesso a uno sterminato archivio musicale, oltre 20 milioni di brani (stimati nel  2012).

Nonostante le migliori intenzioni, non tutti gli accordi coi produttori (le major, le etichette e gli artisti indipendenti) escono col buco, per cui è necessario sapere che alcuni album o singoli brani non sono presenti (in via temporanea o permanente) in elenco, quindi non disponibili per l’ascolto nè per il download su smartphone e tablet.

Ecco la lista di alcuni album non presenti su Spotify (ultimo aggiornamento maggio 2016):

  • AA.VV, Inside Llewyn Davis (colonna sonora), presenti solo 3 brani
  • AA.VV., La notte del Dio che balla
  • AA.VV., Singles (colonna sonora), presenti solo 7 brani
  • AA.VV., Tributo ad Augusto
  • A Fine Frenzy, Pines, presente solo 1 brano
  • Atoms for Peace, Amok
  • Francesco Baccini, Nomi e cognomi
  • Bandabardò, Fuori orario
  • Lucio Battisti, nessun album presente
  • The Beatles, nessun album presente – Intera discografia aggiunta a dicembre 2015
  • Garth Brooks, nessun album presente
  • Cerberus Shoal, assenti gli album antecedenti al 2005
  • C.S.I., Ko de mondo
  • Dr. Dre, The Chronic
  • Elettrojoyce, nessun album presente
  • Freddie Mercury, assenti gli album Mr. Bad Guy, The Freddie Mercury Album e Remixes
  • King Crimson, nessun album presente
  • Led Zeppelin, nessun album presenteIntera discografia aggiunta nel 2013
  • Federico Poggipollini, assenti gli album antecedenti al 2015
  • Porcupine Tree, assenti gli album antecedenti al 2002
  • Radiohead, In rainbows
  • Tool, nessun album presente

Tutto il resto c’è … fino a prova contraria.

Disclaimer

Tutti i servizi di questo tipo hanno cataloghi più o meno incompleti, ed i concorrenti di Spotify (Google Play Musica, iTunes, Pandora, etc.) presentano limitazioni simili, se non peggiori. Con questo post non voglio fare confronti tra i vari servizi quanto fornire esempi pratici di ciò che può capitare di non trovare nella piattaforma al momento.


Aggiornamento Dicembre 2015: grazie a nuovi accordi Spotify rende disponibile l’intera discografia dei Beatles, in precedenza inaccessibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *