sindone arsa

un omaggio in forma di addio

8-9-04

di memorie, di archi troppo tesi [midollo allungato], di prospettive e richiami, di pece [femminea], di velluto e d'ambra, sindone arsa
-:§:-
ho giā visto, dal basso [folle nuotare], allarmi pulsanti su schiene di gemme, ho fin troppo da dire
-:§:-
violenza, soffice demente acuta impersonale [distratta]
-:§:-
rantoli soffocati di paura mista a rimpianto [scaglie di selce], l'aria fredda di novembre incastonata di un cuscino di piume
-:§:-
so soltanto di non voler sapere [č segnato], l'orizzonte di tutti i mari
-:§:-
scartare le vie migliori [come avesse senso], ritmi pesanti, trivelle a disarcionare un calco in gesso, frammenti di vetro e neve, lo scarto delle fragole
-:§:-
giardini chiomati, pozzi colmi di gardenie addensate, figli dell'azzurro [sterile sogno], sabbie danzanti nel vuoto attorno, l'inutilitā del raccontare [castelli di seppie]
-:§:-
ricomporre un volto, un pensiero, uno strano sogno
-:§:-
fin troppo ancora